Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie.

OGGETTO: Destinazione percentuale della quota incrementale degli incassi di copia privata a favore di iniziative promozionali

Dott. Gaetano Blandini
Direttore Generale SIAE

Egregio Direttore,

Le rimetto di seguito le ns. osservazioni alla richiesta di adesione all’uso dei fondi di “copia privata” consegnata il 9 luglio u.s.

In ordine alla richiesta di destinare a favore della promozione di giovani autori ed artisti e di opere prima il 15% della quota incrementale degli incassi per copia privata precisiamo che tale argomento potrà essere affrontato in modo più chiaro ed efficace una volta che le norme dell’applicazione saranno armonizzate sia per la musica che per l’audiovisivo.

In relazione alla musica ricordiamo che la norma è quella del decreto 68 del 9/04/2003 art 71 octies che riportiamo di seguito e dove si evidenzia la difficoltà di applicazione per le diverse norme che non permettono di individuare correttamente i fondi disponibili della musica di copia privata

Di seguito il testo della Legge

Art. 71- octies

1. Il compenso di cui all’articolo 71- septies per apparecchi e supporti di registrazione audio è corrisposto alla Società italiana degli autori ed editori (SIAE), la quale provvede a ripartirlo al netto delle spese, per il cinquanta per cento agli autori e loro aventi causa e per il cinquanta per cento ai produttori di fonogrammi, anche tramite le loro associazioni di categorie maggiormente rappresentative.

2. I produttori di fonogrammi devono corrispondere senza ritardo e comunque entro sei mesi, il cinquanta per cento del compenso loro attribuito ai sensi del comma 1 agli artisti interpreti o esecutori interessati.

COMMENTO

Il comma 2 è stato fortemente contestato dagli artisti in quanto, oltre a riaffermare la subalternità degli artisti rispetto alle associazioni dei produttori fonografici che incassano l’intero compenso, compresa la quota di spettanza agli artisti, introduce una disparità di condizioni con gli artisti dell’audiovisivo che percepiscono direttamente il compenso per diritto di copia privata come affermato dal successivo comma 3.

3. Il compenso di cui all’articolo 71-septies per gli apparecchi e i supporti di registrazione video è corrisposto alla Società italiana degli autori ed editori (SIAE) la quale provvede a ripartirlo al netto delle spese, anche tramite le loro associazioni di categoria maggiormente rappresentative, per il trenta per cento agli autori, per il restante settanta per cento in parti uguali tra i produttori originari di opere audiovisivo, i produttori di videogrammi e gli artisti interpreti o esecutori.

La quota spettante agli artisti interpreti o esecutori è destinata per il cinquanta per cento alle attività e finalità di cui al’articolo 7, comma 2, della legge 5 febbraio 1992, n.93

Con tale normativa è impossibile individuare la percentuale del 15% della quota incrementale degli incassi di copia privata per il settore musicale

* * *

DIRITTI ARTISTI IPAA S.r.l.

APPROVAZIONE DESTINAZIONE PERCENTUALE DELLA QUOTA INCREMENTALE DI INCASSI COPIA PRIVATA A FAVORE DI INIZIATIVE PROMOZIONALI (D.M. 20/06/2014)

In occasione dell’entrata in vigore del D.M. 20/06/2014 il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Franceschini e l’allora Presidente SIAE, M° Gino Paoli, hanno annunciato l’iniziativa condivisa di destinare a favore della promozione di giovani autori, artisti e di opere prime, una percentuale calcolata sulla quota incrementale degli incassi relativi alla copia privata dovuta al nuovo impianto tariffario aggiornato dal nuovo D.M.

Con la presente scheda di voto Diritti Artisti IPAA Srl dichiara di:

- destinare a favore della promozione di giovani autori, artisti e di opere prime il 15% della quota incrementale degli incassi per copia privata derivanti dall’applicazione delle tariffe aggiornate dal D.M. 20/06/2014

- non destinare a favore della promozione di giovani autori, artisti e di opere prime il 15% della quota incrementale degli incassi per copia privata derivanti dall’applicazione delle tariffe aggiornate dal D.M. 20/06/2014

Diritti Artisti IPAA S.r.l.
Firma (leggibile)

9 luglio 2015

I miei dati